.
Annunci online

 
giors 
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

contatore statistiche web
  laurana
Oca Sapiens
Jean-Pierre Luminet
Yoani Sánchez
Massimo Gramellini
riccardo chiaberge
Rotex
Rotellando
maria elena
il ritorno di fiamma
diversamente affabile
piazza vittorio
avocado
marina palumbo
eldas
progetto Galileo
opere Norberto Bobbio
Centro Studi P. Gobetti
  cerca


 

diario | documenti |
 
Diario
1visite.

13 luglio 2015

la giustizia arriva su Plutone


Chi si interessa di astronomia a livello di passione ogni tanto legge notizie di esperimenti, lanci di sonde, viaggi che avranno uno sviluppo di anni e poi magari se ne dimentica. Nove anni fa gli <Stati Uniti, che allora avevano ancora volontà, mezzi e curiosità per esplorare lo spazio per scopi che non avrebbero avuto un immediato ritorno economico, lanciarono una piccola sonda abbastanza rivoluzionaria, la New Horizons, leggera (pesa come un pianoforte) velocissima (si muove quasi dieci volte più velocemente delle navette Apollo),risparmiosa dal punto di vista energetico (consuma l’equivalente di sue piccole lampadine). La sua missione era quella di raggiungere il lontanissimo pianeta Plutone, che poi nel frattempo è stato declassato a planetoide o oggetto celeste parte di una pletora di suoi simili.

Plutone è un (ex)pianeta molto particolare: è piccolo, se la terra fosse grande come un pallone da calcio Plutone sarebbe un po’ meno di un’albicocca, è lontanissimo, la sua orbita si incrocia con quella di Nettuno, il suo periodo di rivoluzione attorno al Sole è di oltre 240 anni, ha un certo numero di satelliti che gli girano attorno. Chiaramente è piuttosto freddo ed è quasi una forzatura chiamarlo inospitale, però può darci informazioni utili sulle regioni più distanti del nostro sistema solare e con ciò sulla nostra origine.

Fino qui le peculiarità di questo corpo celeste, ma ci sono storie che travalicano gli aspetti puramente astronomici. Negli anni ’30 in America si era venuto a creare un interesse per l’astronomia e l’esplorazione del Cosmo, senza però particolari risultati di rilievo, le teorie più intriganti restavano appannaggio degli europei. Anche facoltosi personaggi si lanciavano in imprese scientifiche: uno di questi fu Percival Lowell che proveniva da una delle più antiche famiglie bostoniane (<a Boston i Lowell parlano solo con i Cabots e i Cabots parlano solo con Dio>). Questo illuminato magnate fondò un osservatorio astronomico al fine di scoprire che cosa causasse le anomalie dell’orbita di Nettuno, probabilmente il grande e sconosciuto “pianeta X”. Tra gli altri fu chiamato al Lovwell Observatory un giovane ragazzo del Kansas, Clyde Tombaugh,senza particolari meriti scientifici ma animato da una incrollabile passione. Partendo da premesse sbagliate (ricerca del gigante gassoso) e con un telescopio in gran parte autoprodotto, Tombaught con una pazienza certosina per un anno confrontò lastre fotografiche della stessa porzione del cielo analizzando oltre 45 milioni di oggetti celesti. La sua costanza fu premiata con la scoperta del Pianeta X (che per piaggeria fu chiamato Plutone dalle iniziali di Percival Lowell), il primo risultato astronomico completamente americano.

Ciò non portò fortuna a Tombaught perché dopo non molto tempo, probabilmente a causa di gelosie, venne allontanato da Lowell Observatory, continuando però il suo lavoro di astronomo presso altre istituzioni fino alla sua morte nel 1997.

Ora il ragazzo dell’Illinois, classe 1906, sta per avere la sua rivincita:alla faccia degli invidiosi e dei detrattori le sue ceneri a bordo dellanavicella New Horizons sorvoleranno il “suo Plutone” e poi, non potendo frenare,continueranno il loro viaggio verso lo spazio profondo. Clyde, seppure in forma di spoglie mortali, sarà il primo essere umano a raggiungere e, forse, superare la fascia di Kuiper entrando nello spazio profondo. A me piacciono le storie che prevedono un lieto fine e il trionfo della giustizia.

 .



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. astronomia plutone clyde tombaugh

permalink | inviato da giorgio egidio il 13/7/2015 alle 9:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
giugno        agosto